Itinerari

Emilia Romagna terra dei motori. Ottava tappa: la gioia dei bambini

In Moto o in auto, cosa fare quando il vostro passeggero è alto meno di un metro e trenta…

Per la tappa conclusiva del nostro viaggio in Emilia Romagna, terra dei motori, vogliamo dedicarci ai piccoli viaggiatori. Abbiamo quindi scelto un itinerario che vi permetta un tour panoramico in auto o moto prima sulla costa e poi fra le colline bolognesi, con tappe di puro piacere per i più piccoli. Questo itinerario, come il precedente, può essere goduto da solo o abbinato alle tappe più incentrate sui motori, di modo da far gioire tutta la famiglia.

N.B. Ricordate che prezzi e orari sono validi nel momento in cui scriviamo, quindi è sempre bene verificare prima di partire e in particolar modo ora, dopo il lockdown, è caldamente consigliato prenotare.

Mappa

Giganti marini e abissi profondi all’Acquario di Cattolica (RN)

Oltre 3mila pesci, anfibi e altri animali dell’habitat acquatico, provenienti da tutti i mari del pianeta e raccolti in 4 percorsi:

  • Il percorso blu ricostruisce la storia del pianeta e la sua evoluzione biologica, tra squali, pinguini, trigoni e meduse;
  • Il percorso giallo è un viaggio alla scoperta dei corsi d’acqua abitati da caimani e lontre;
  • Il percorso verde è dedicato agli animali esotici: camaleonti, rane, insetti e serpenti;
  • Il percorso viola è dedicato agli abissi marini e alle specie che li abitano.

Piccoli brividi fra i fantasmi del Castello di Montebello (RN)

Diciamo subito che questo luogo è magico anche per voi grandicelli e spettacolare è la strada per arrivarci, magari in moto. Una poderosa rocca, un tempo teatro di numerose battaglie, offre un panorama mozzafiato sulla Valle del Marecchia. Lì visse Azzurrina ed è suo il fantasma che oggi sussurrerebbe all’orecchio dei visitatori. Per sette secoli la storia si è diffusa con il passa parola, attraverso decine e decine di leggende raccontate nella valle. Per scoprire come questa storia renda oggi il castello un luogo magico, non dovete far altro che visitarlo…

La Casa delle Farfalle e la Casa degli insetti a Milano Marittima (RA)

Una serra di oltre 500 mq, permette di ammirare centinaia di farfalle dai colori incredibili, provenienti da diverse parti del mondo.
La Serra è un ambiente unico, dove le farfalle nascono e sono libere per tutto il loro ciclo vitale. Sicure, grazie all’esperienza, della propria incolumità, non disdegnano di essere avvicinate ed è così possibile osservarle da vicino. Accanto c’è la Casa degli Insetti: mantidi, grilli, coleotteri…
Nel grande giardino che circonda le Case, si può seguire un percorso botanico con piante tipiche della pineta e visitare il Bruco, una serra che accoglie farfalle locali.

Piccoli detective fantasy sul Sentiero degli Gnomi a Bagno di Romagna (FC)

Il Bosco dell’Armina, a pochi passi dal centro storico di Bagno di Romagna, è un luogo incantato, in cui grazie a una potente magia, possono vivere indisturbati dei piccoli Gnomi. Lo dice la leggenda e noi non potevamo che andarli a cercare!
Il Sentiero è composto da un percorso ad anello di circa 2 Km, che a passo di bimbo si completa in meno di un’ora. Si tratta di una vera e propria avventura: il percorso e tortuoso e circondato dal verde, il luogo ideale per nascondersi se si è una piccola creatura del bosco (ma voi grandi non preoccupatevi: tutto è sempre ben segnalato e c’è un corrimano di legno nei punti più “difficili”).

Il museo più goloso del mondo: è quello Gelato di Anzola dell’Emilia (BO)

Se siete nei pressi di Bologna (e avete finora ascoltato i nostri consigli) sicuramente avete già avuto abbondantemente a che fare con il cibo. Perchè l’Emilia Romagna è la terra dei motori ma anche della gastronomia! Ecco all’ora un’altra proposta, particolarmente amata dai bimbi. A pochi chilometri dal centro città, nella sede dell’azienda Carpigiani, è nato il primo museo dedicato al gelato artigianale. Qui un percorso interattivo vi accompagna lungo tutte le tappe della storia del gelato, per scoprire che qualcosa di molto simile si gustava già nella civiltà mesopotamica. Un itinerario tra tecnologie produttive e modi di consumo e, per i più golosi, anche la
possibilità di partecipare a uno dei laboratori o alle numerose attività per i più piccini.

Il paradiso dei piccoli collezionisti: il Museo della Figurina di Modena

Il Museo della Figurina di Modena è nato, niente meno, che dall’opera collezionistica di Giuseppe Panini, fondatore della più celebre azienda di adesivi numerati del mondo.
Qui a Modena, oltre alle figurine propriamente dette, sono raccolti materiali dello stesso settore, simili per tecnica o per scopo: piccole stampe antiche, scatole di fiammiferi, bolli chiudilettera…
La collezione permanente è composta da 6 armadi, 6 grandi album da sfogliare per ripercorrere l’intera storia della figurina. Spesso nel museo sono organizzate mostre tematiche temporanee, dedicate ai più diversi temi ma sempre legate al mondo delle figurine.

Manuela Lozza

Ex cabarettista, è l’autrice della serie di polizieschi La Milanesa, con protagonista il commissario Michela Borellini. Racconta la sua scapestrata famiglia nel blog dedicato ai Barambani. Lavora sul web e in radio. Intanto legge, canta, scrive, cucina, stira… e grazie allo yoga non va fuori di testa.

Articoli correlati

Back to top button

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.

Adblock

Ciao, la pubblicità ci permette di continuare a scrivere e di trasmettere la nostra passione per i motori. Escludi drivenride.it dall'Ad Blocker, ci sdebiteremo cercando di fornirti sempre articoli freschi ed interessanti ; )