Moto-Storia

Honda CBX 1000 sei cilindri: il sound migliore di tutti i tempi

La Honda CBX suona come una F1 anni 80

La velocità? Beh si quella c’è, con circa 105 Cavalli a 9000 giri la Honda CBX1000 tocca quasi i 220 km/h e poi… e poi quel suono, quel sibilo… la Honda CBX suona come una F1 anni 80!

Inutile dire che stiamo parlando di un mezzo che ciclisticamente parlando è un “cancello”, come si dice dalle mie parti. Fuor di battuta però, estetica di fine anni settanta, complicata e pesantissima con i suoi 250 Kg di peso a secco, e larga, anzi larghissima per via del motorone 6 cilindri in linea montato trasversalmente ma… che signora moto!

Quanto può valere una Honda CBX 1000?

Un esemplare originale lo si trova tra i 6.000 e 10.000 euro, prezzo destinato a crescere nei prossimi anni vista la sua rarità e il crescente interesse per un modello che definire epico è poco!

La chiave per godersi appieno il fascino della CBX 1000 è il restomod…

Certe moto non hanno il motore che si meriterebbero. Il motore della CBX 1000 si merita un telaio moderno!

Ci sono moto che non si toccano, sono belle così, toccarle è un sacrilegio, ma la CBX è tutta un’altra cosa.

Riguardatevi il video, alzate il volume al massimo, premete play, chiudete gli occhi e godetevi il sound del poderoso 6 cilindri Honda entrarvi nelle vene. Sono sicuro che la maggior parte di voi penserebbe che forse ne vale la pena.

 

La CBX 1000 in origine è una maxi-sportiva nuda equipaggiata con motore Honda di 1047 c.c., esacilindrico in linea DOHC, 24 valvole, raffreddato ad aria. Nasce nel 1978 e viene prodotta per 5 anni fino al 1982. Accolta molto favorevolmente dalla stampa è stata surclassata nelle vendite dalla più “umana” CB900F a 4 cilindri.

Foto: Badseeds Motorcycle Club

Modificare una moto da 10000 euro in perfette condizioni di originalità farebbe storcere il naso ai puristi e nascere non poche remore a chiunque, ma la CBX trova il suo optimum in un buon restomod eseguito da professionisti del settore. Ciclistica e sospensioni migliorate, maggior sicurezza e non da meno un’estetica aggiornata, ne accrescono fascino e valore in termini assoluti.

La CBX 1000 nasce nel’78 come naked sportiva. In seguito, nel 1981, la casa madre Honda apporta profonde modifiche al telaio e alle sospensioni, la dota di semi-carenatura e monoammortizzatore Pro-link, la depotenzia a 100 HP spostandola di fatto nel segmento “turismo sport”.  L’anno successivo Honda cesserà la produzione in favore della più economica e meno complicata CB a 4 cilindri

Foto: visordown.com

Honda non è l’unica casa motociclistica che ha provato a costruire una sportiva 6 cilindri di serie. Già nel 1965 Honda aveva costruito ed utilizzato un 6 cilindri per le corse motociclistiche ma la decisione di rendere disponibile per la serie questo tipo di motorizzazione arriva nel 78. Ben 4 anni dopo la Benelli Sei, altra sei cilindri in ciclo 8 disponibile nelle cilindrate 750 o 900, anticipando di 1 anno la bellissima Kawasaki Z1300 6 cilindri raffreddata a liquido del 1979.

     

    Ci si può divertire con una CBX1000 di 40 anni?

    Ci puoi giurare! La CBX è una moto complicata ma divertente, un peso massimo da trattare con rispetto, una nonna che urla come una cantante lirica e con un carattere da far invidia alle maxi naked moderne.

     

    Le migliori 3 Honda CBX1000 restomod e cafe racer

    Abbiamo stilato una classifica di quelle che a nostro parere sono le migliori 3 special su base CBX. In fondo a questo articolo trovate le fonti e i link ai siti di provenienza di queste bellissime immagini.

    Fonte: caferacergarage.eu

    1. Gietl Bikes CBX1000

    Una splendida interpretazione in chiave cafe racer in vecchio stile creata dal garage tedesco Gietl Bikes, solitamente dedito alla customizzazione di Harley Davidson

    Fonte: caferacergarage.eu

    2. CBX1000 JD Max Motors

    Una moto estremamente curata nel dettaglio del costruttore francese JD Max Motors. Da super turismo a super sportiva in stile cafe

    Fonte: tonystoy.net

    3. Tony’s Toy CBX1000

    Anche in Italia si eseguono restomod in piena regola. Questa CBX è frutto dell’esperienza dell’officina Milanese del costruttore ed ex pilota Tony Calasso

       

      Honda CBX1000 sound: chiudi gli occhi e apri le orecchie!

      Uno scarico sei in uno e un terminale aperto trasformano la CBX1000 in una F1 V12.

       

      In conclusione… La sei cilindri sportiva di casa Honda

      Soli cinque anni di produzione hanno reso la CBX1000 un mito. Finita nel dimenticatoio è tornata prepotentemente con i suoi infiniti pregi di signora d’altri tempi. Una moto da acquistare per conservarla o per modificarla mantenendone o addirittura accrescendone il valore.

       

      Leggi anche Moto e Wankel, le 10 moto a motore rotativo

      Fonti
      Rocket GarageBike BoundToni's ToyGietl Bikes FBJD Max Motors

      Redazione Drive'n'Ride

      Diamo voce alla passione, alla curiosità e all'esperienza di chi ha la benzina che scorre nelle vene e che alla trap preferisce il sound di un 12 cilindri!

      Articoli correlati

      Back to top button

      Add to Collection

      No Collections

      Here you'll find all collections you've created before.

      Adblock

      Ciao, la pubblicità ci permette di continuare a scrivere e di trasmettere la nostra passione per i motori. Escludi drivenride.it dall'Ad Blocker, ci sdebiteremo cercando di fornirti sempre articoli freschi ed interessanti ; )