Case motociclistiche

Harley Davidson Pan America™ 1250: la moto a cui non manca nulla

Dalla Casa di Milwaukee arriva La Pan America™ 1250: potente, robusta, tecnologica… e bellissima!

Con La Pan America 1250, il marchio Harley Davidson sfonda il mercato delle Adventure Touring dal design all’avanguardia. Questa moto è un mezzo capace di arrivare ovunque e progettata ex-novo, per conquistare anche il pilota più esigente.

Ad alimentare i modelli Pan America 1250 e Pan America 1250 Special è il  nuovo motore su misura Revolution Max 1250, un V-Twin da 1.250 cc raffreddato a liquido con 150 CV e 128 Nm di coppia, progettato per offrire un’ampia potenza ad alti regimi e integrato come elemento centrale del telaio. Così come il propulsore, che addirittura ne modifica la forma. Quindi i tre elementi– il telaio anteriore, il telaio centrale e la sezione di coda – si fissano direttamente al gruppo propulsore. Questo design riduce il peso della motocicletta: come sempre – ormai da anni –  per Harley è importante ridurre al minimo il peso complessivo del mezzo, per regalare confort, agilità e piacere di guida anche sui lunghissimi tratti. Così la Pan America™ 1250 pesa 242 kg e la Special 253.

Il telaio rigido contribuisce a facilitare una guida precisa. Il forcellone in alluminio pressofuso riduce al minimo le masse non sospese. Il telaio è progettato con un interasse di 1.570 mm, che regala una manovrabilità fluida anche nei fuoristrada.

Harley Pan America 1250
Ed Horka (CC BY-NC 2.0) https://www.flickr.com/photos/edispicsevents/

Il modello Pan America 1250 Special, rispetto alla sorellina, è dotato di sospensioni anteriori e posteriori semi-attive regolabili elettronicamente.

La Pan America è poi equipaggiata coi Adaptive Ride Height (ARH), un nuovo e rivoluzionario sistema di sospensioni assolutamente innovativo in tutto il settore, che passa automaticamente da una posizione bassa in fase di arresto a una altezza ottimale quando la motocicletta è in movimento.

Anche i cerchi in lega di alluminio – da 19 e 17 pollici – sono stati progettati per ridurre al minimo il peso senza influire sulla solidità, perfetti anche su sterrato.

Le collaborazioni di Harley-Davidson

E gli pneumatici? Harley-Davidson ha collaborato con Michelin in fase di progettazione, arrivando a concepire uno pneumatico Scorcher Adventure, perfetto anche per i viaggi più avventurosi. Saranno poi disponibili come accessori, degli pneumatici Michelin Anakee Wild con un battistrada più tassellato.

Ma le collaborazioni non finiscono qui:
Harley-Davidson e Brembo hanno collaborato a un nuovissimo sistema frenante per questi due modelli. Una nuova pinza radiale monoblocco a 4 pistoncini da 30 mm, che aumenta la rigidità riducendo, ancora una volta, il peso complessivo. I dischi anteriori hanno un diametro di 320 mm, mentre il posteriore 280 mm. Una nuova pompa freno anteriore leggera si abbina alla leva regolabile.

Tutta la strumentazione e le funzioni di infotainment sono visualizzate su un touchscreen TFT inclinabile da 6,8 pollici, coperto con vetro antiriflesso.

Entrambi i modelli Pan America 1250 e Pan America 1250 Special sono dotati di sistemi elettronici che aiutano a mantenere il controllo della due ruote anche in caso di rapidi cambi di velocità o curve improvvise.
A proposito di questo, in curva la Pan America 1250 usa una tecnologia avanzata per un intervento ottimale quando la moto è in piega rispetto.

pan america 1250
Ed Horka (CC BY-NC 2.0) https://www.flickr.com/photos/edispicsevents/

Modalità di guida delle Pan America 1250

Ci sono 5 Ride Mode pre-programmate, selezionabili dal manubri, che controllano elettronicamente il livello di intervento e le prestazionali. Il modello Pan America 1250 poi ne ha una aggiuntiva che può essere personalizzata, mentre il modello Special ne ha addirittura altre tre.

Ma cosa cambia dall’una all’altra? Ogni modalità di guida permette una diversa combinazione tra erogazione di potenza, freno motore, sistema di frenata antibloccaggio avanzato in curva (C-ABS) e sistema di controllo della trazione avanzato in curva (C-TCS).
E sul modello Pan America 1250 Special, la modalità di guida può addirittura regolare le impostazioni delle sospensioni semi-attive.

Manuela Lozza

Ex cabarettista, è l’autrice della serie di polizieschi La Milanesa, con protagonista il commissario Michela Borellini. Racconta la sua scapestrata famiglia nel blog dedicato ai Barambani. Lavora sul web e in radio. Intanto legge, canta, scrive, cucina, stira… e grazie allo yoga non va fuori di testa.

Articoli correlati

Back to top button

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.

Adblock

Ciao, la pubblicità ci permette di continuare a scrivere e di trasmettere la nostra passione per i motori. Escludi drivenride.it dall'Ad Blocker, ci sdebiteremo cercando di fornirti sempre articoli freschi ed interessanti ; )