Life Style

Caschi da moto: come scegliere quello giusto per noi?

Un elenco dei criteri e delle valutazioni che occorrono quando si sceglie il casco

Per noi appassionati di motori, in questo caso a due ruote, la sicurezza viene prima di ogni altra cosa. Abbiamo così provato a fare un elenco dei criteri e delle valutazioni che occorrono quando si sceglie un casco. Il primo pensiero è la sicurezza, certo, ma anche l’estetica vuol dire la sua…

Sicurezza caschi

• Perché un casco sia sicuro in primis deve essere omologato a norma ECE 22.05, solitamente sul cinturino. Questo garantisce al manufatto di aver superato specifici crash test su superfici sia piatte che con differenti pendenze.

• L’omologazione è rilasciata dal paese in cui viene commercializzato il prodotto, che in Italia vuol dire dal Ministero dei trasporti.

• È importante verificare prima dell’acquisto che sia presente all’interno del casco un etichetta che riporta il marchio CE oltre al codice ECE 22.05. A secondo dei modelli può essere cucita sul cinturino oppure stampata sulla calotta. I codici riportati sull’etichetta rappresentano il tipo di omologazione per l’Europa, la nazionalità del prodotto, il modello, il numero serie…

A tutti i caschi, in sede di omologazione, viene dato un punteggio che può variare da 1 a 5 in base ai risultati dei test, alle caratteristiche del casco stesso e dei materiali di costruzione che possono andare dall’economica plastica (che sconsigliamo vivamente) ai materiali compositi come  la fibra di vetro, il kevlar e la fibra di carbonio, con caratteristiche di resistenza e leggerezza superiori.

E’ importante anche notare che se si intende fare customizzare un casco con aerografo o verniciature particolari è fondamentale acquistare un casco adatto allo scopo. Meglio rivolgersi ad un aerografista serio prima di acquistare.

Ecco alcuni modelli di casco che hanno ottenuto il massimo punteggio di sicurezza:

Per le moto da strada integrali:
BELL M1
SHOEI X SPIRIT 3
AGV CORSA

Per le moto da cross o enduro:
BELL MX-9
YEMA YM-915
AIROH TV-11

Per scooter, jet e demi-jet (non esistono caschi destinati allo scooter, ma si prediligono quelli confortevoli, leggeri e pratici):
A PRO SRL
RODEO DRIVE RD 104N
MOTO HELMETS H44

Come scegliere la taglia giusta

Naturalmente, è proprio il caso di dirlo, ogni persona ha la sua testa, oltre a verificare che il casco rispetti le caratteristiche tecniche e normative, è importante anche:

Un po’ come si fa per le scarpe, anche il casco va provato e deve entrare senza eccessiva fatica, ma nello stesso tempo non deve uscire con troppa facilità.

Una volta indossato controlla che la parte posteriore calzi correttamente sulla nuca e che segua la linea della testa. Infilando un dito tra il casco e le guance si deve incontrare un minimo di resistenza.

Le taglie dei caschi si riferiscono alla circonferenza massima della testa. Si può prendere la misura del cranio semplicemente con un metro da sarta, misurando appena sopra le orecchie:
Cm 53-54 taglia xs- Cm 55-56 taglia s- Cm 57-58 taglia m – Cm 59-60 taglia l – Cm 61-62 taglia xl

Qualità dei caschi e presenza di allergeni

Oltre alla qualità dei materiali della calotta è importante prestare attenzione all’interno del casco:

• L’interno del casco deve essere foderato con materiali altamente traspiranti e anallergici. Alcuni caschi hanno la possibilità di staccare l‘imbottitura in modo da poterla lavare.

• È importante anche dare un occhio alle finiture: i punti di giuntura devono essere saldi e seguire perfettamente una linea precisa.

• Il casco deve avere un buon sistema di aerazione con canali e prese d’aria per il ricircolo dell’aria nella zona dei capelli everso la visiera per evitare l’appannamento da condensa.

• La visiera deve avere due caratteristiche fondamentali: protezione dai pericolosi raggi UV e essere trattata con protezione antigraffio e anti-appannamento, soprattutto per i caschi integrali da strada. In commercio esistono caschi con visiera a doppio strato, e schermo oscurato da sole a comparsa per proteggersi dai raggi diretti del sole.

Una volta che siete tranquilli riguardo alle caratteristiche tecniche, non vi resta che scatenare la fantasia e scegliere con la massima libertà l’estetica che più vi rappresenta, senza schemi mentali o preconcetti: negli anni questo oggetto di protezione è diventato un vero cult, con decorazioni, colori, grafiche e simboli che possono mostrare già a un primo sguardo il vostro modo di essere, di vivere e di guidare… o un bel casco replica per essere scambiati per un veri piloti!

Luca Daverio

Sono nato a Varese nel 1975, appassionato di motori fin dall’età di cinque anni, partendo con le corse sulle piccole moto per poi passare alla mia più grande passione per il motocross. Indimenticabile la mia WMX 125 del 1989. Le ho provate tutte ma domare il CR 500 è stata la mia più grande soddisfazione. Seguo naturalmente i motori a 360°, dalla Formula 1 alla moto GP, dal motocross alle gare di off-shore e per lavoro mi occupo da sempre di eventi legati ai reparti corse di prestigiose case auomobilistiche come AMD Mercedes, Citroen WRC oltre ad alcuni eventi Brembo per il Gran Premio di Monza. Ho sempre amato scrivere, da ragazzo facevo il giornale sportivo per il mio Istituto ed ancora oggi mi capita di scrivere per Istituti tecnici.
Back to top button

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.

Adblock

Ciao, la pubblicità ci permette di continuare a scrivere e di trasmettere la nostra passione per i motori. Escludi drivenride.it dall'Ad Blocker, ci sdebiteremo cercando di fornirti sempre articoli freschi ed interessanti ; )